Da non perdere
Home / Professionisti / Capolavoro Bettiol!

Capolavoro Bettiol!

Autentico capolavoro di Alberto Bettiol nella 103esima edizione del Giro delle Fiandre! Il toscano coglie la prima vittoria da professionista centrando una classica Monumento, un battesimo da brividi.

Cronaca – La Ronde van Vlaanderen, una delle cinque Monumento, attesissima come sempre. Oggi in programma 17 muri, più 5 settori in pavé per una corsa durissima. Sono quattro i protagonisti della fuga che si sgancia: Zico Waeytens, Kenneth Van Rooy, Jesper Asselman e Hugo Houle. Comincia la lunga serie dei muri e, come sempre, la folla è oceanica e il gruppo lascia fare dando spazio alla fuga che raggiunge un vantaggio massimo superiore agli 8’.

Caduta di Tepstra – Una brutta caduta toglie di mezzo Niki Tepstra, dominatore dell’ultima edizione (e secondo nel 2015). L’olandese rimane a terra ed è costretto ad abbandonare a 157 km dalla fine. I quattro al comando resistono, ma perdono inesorabilmente terreno e ai -100 hanno meno di 120 secondi di vantaggio. Il tentativo dei coraggiosi in avanscoperta si esaurisce ai -92. Inizia la vera corsa.

Nuovo tentativo con Matti Breschel, Lukas Postlberger, Nelson Oliveria e il campione del Belgio Yves Lampaert. Il gruppo si spezza  e poi si ricompatta andando a riprendere i quattro. Bell’azione di Matej Mohoric, il talento sloveno guadagna poco ma per lui questo primo assaggio sui muri serve soprattutto in proiezione futura. Dopo una decina di chilometri in avanscoperta, Mohoric viene ripreso a 67 km dalla conclusione.

Caduta incredibile di Van der Poel! – Una foratura (-60 km), il campione d’Olanda (recente vincitore mercoledì della Dwars door Vlaanderen) alza il braccio sinistro ma mentre sta per fermarsi si capovolge e finisce a terra! Davvero sfortunato il super campione del cross e grande talento in evoluzione su strada (oggi all’esordio al Fiandre) che si tocca la spalla, riprende, ma il gruppo è a tutta in vista del secondo passaggio sul Vecchio Kwaremont. VDP non si arrende e sulla salita insegue con foga e inizia la rimonta.

Tandem fiammingo fuori dal Kwaremont – Al comando Stijn Vandenbergh e Sep Vanmarcke che vengono ripresi sul Paterberg da Kasper Asgreen, pedina del dream team della Deceunick-Quick Step in appoggio ai capitani. A 50 km dalla fine il terzetto al comando ha 15” sul gruppo, mentre MVP è a 50”: il Fiandre del figlio d’arte (suo padre vinse la Ronde nel 1986) sembra compromesso. Sul Koppenberg (600 m all’11,6% max 22%) Sagan e valverde nelle primissime posizioni del gruppo. Sui primi rientra Dylan Van Baarle (-43) e quasi nello stesso momento l’inseguimento di Van der Poel viene premiato!

I grandi mettono il muso fuori sul Taaienberg – Lampaert, Valverde, Sagan, Van Aert, Van der Poel (!), Van Avermaet tutti in testa al gruppo, che riprende un esausto Vandenbergh. Davanti restano in tre con 23” di margine. Nel tratto di avvicinamento al muro successivo il gruppo si spezzetta e si ricompone sempre con Van der Poel molto attivo.

Kruisberg/Hotond – Terzultimo muro (2.500 m al 5% max 9%) e inizia il forcing di Jungels e Van der Poel. Nel pezzo finale perde contatto Vanmarcke, ma è dietro che la corsa diventa incandescente: perde contatto Stybar! Mancano 27 km e il gruppo è ridotto a venti unità.

Vecchio Kwaremont-Paterberg ultimo atto – Ben tre rappresentanti della EF-Drapac, Langeveld, Vanmarcke e Bettiol a tenere alto il ritmo. Ripresi i due di testa da un grande Alberto Bettiol! Numero del toscano, che resta solo al comando. Resta solo il Paterberg… ma intanto il vantagio sale a 21” ai -16. Favoloso Bettiol che tiene alla grande, mentre dietro il primo degli inseguitori è Van der Poel, ma il vantaggio è ancora buono. L’ultimo successo italiano è datato 2007 con Alessandro Ballan. Ai -12 il margine è di 15”

Capolavoro di Bettiol – Gli inseguitori procedono a scatti ma Bettiol sta firmando un’autentica impresa e conserva 22” ai -5. Non c’è accordo e Bettiol conclude alla grande, un trionfo per l’Italia! Ottima piazza d’onore per Kasper Asgreen (in fuga precedentemente), che precede il gruppo dei big regolato da Alexander Kristoff su Van der Poel, Politt, Matthews, Naesen e Valverde.

Seguici e condividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Alaphilippe

Vittoria al fotofinish: Alaphilippe batte Muhlberger

Alaphilippe conquista il decimo successo stagionale