Home / Grandi giri / Tour de France / Aspettando il Tour – E se Nibali…
Nibali nel 2019 potrebbe partecipare sia al Giro d'Italia sia al Tour de France

Aspettando il Tour – E se Nibali…

C’è un uomo dal palmarès glorioso che, subito dopo l’ennesimo podio in un GT (il secondo posto al Giro d’Italia), ha dichiarato cha va al Tour “per puntare a vincere una/due tappe e la maglia a pois”. Stiamo parlando di Vincenzo Nibali che, archiviata la mezza amarezza rosa, si ripresenta ai nastri di partenza della Grande Boucle senza pressioni. Queste, almeno ufficialmente, le intenzioni del messinese, ma…

Le forzate assenze di Froome e Dumoulin riaprono i giochi e lo Squalo è in agguato – Si può sostenere quel che si vuole, ma è inconfutabile che il 6 luglio a Bruxelles uno era il super favorito dell’edizione n. 107 della corsa a tappe più importante al mondo: Christopher Froome. Il keniano bianco, caduto rovinosamente nella ricognizione della crono del Delfinato, è uscito assai malconcio e ha dovuto riporre i sogni di tentare la storica cinquina. L’avversario, forse, più forte era Tom Dumoulin (secondo al Giro e al Tour 2018), ma anche l’olandese non sarà presente alla partenza per i postumi dei guai al ginocchio conseguenti alla caduta nella prima parte del Giro. E allora? Ecco che, senza le luci della ribalta, Vincenzo Nibali diventa prepotentemente come uno dei più seri candidati al successo. Raramente il siciliano si presenta ad una corsa per fare da comparsa, men che meno nella più importante al mondo. La Ineos è la squadra da battere, ma Thomas saprà ripetersi? Mentre Bernal forse è ancora acerbo. La strana coppia Movistar convince poco (dopo il disastroso Tour dell’anno scorso): Landa sempre prigioniero delle alchimie di squadra, involuto Nairo Quintana, che considerato il miglior arrampicatore al mondo agli esordi, è andato sempre più a sprazzi. Ci sarebbe anche Jakob Fuglsang, ma sul danese (34 anni suonati), nella sua migliore stagione in carriera, ci sono forti dubbi sulla tenuta, visto che vanta una sola top-ten in un GT. Nibali, dopo le scorie del Giro (suo principale obiettivo stagionale), si è ritemprato e sembra essere pronto per un nuovo colpaccio (dopo il trionfo netto nels 2014), che a questo punto avrebbe veramente del clamoroso, ma con Vincenzo niente è impossibile!   

Seguici e condividi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.