affini-cyclingtime

di Giuseppe Girolamo

Per il terzo anno consecutivo la maglia rossa cambia padrone: dopo Robert Gensink e Mike Teunisse a Breda tocca a Edoardo Affini. Tre uomini della Jumbo Visma. La formazione olandese si è potuta permettere questa fantastica successione grazie alla vittoria nella cronosquadre di apertura. Tre ciclisti, tre ragazzi straordinari, sempre pronti a mettersi al servizio della squadra.

Affini succede ad Aru – L’edizione del 2015 è stata l’ultima a vedere un italiano indossare la maglia rossa di capo classifica alla Vuelta. Uno straordinario Fabio Aru in quella edizione è riuscito nell’impresa di aggiudicarsi la classifica finale. Era il 13 settembre.

L’ultima frazione in terra olandese ha visto un arrivo a ranghi compatti. Spazio ancora ai velocisti, spazio ancora a Sam Bennett. L’irlandese dopo quella nella seconda frazione domina la volata della terza giornata di gara, anche grazie a un Danny Van Poppel eccezionale, ultimo uomo di qualità. Il tandem della Bora Hansgrohe ha fatto un lavoro fenomenale. Per Bennett è il cinquantanovesimo successo in carriera, il decimo in un grande Giro, il quinto complessivo alla Vuelta.

Di Giuseppe Girolamo

Sono siciliano, anche se sono nato (per puro caso) a Torino il 28 giugno 1973. Perchè scrivo di ciclismo? Perchè da corridore ero troppo scarso! Addetto stampa e organizzatore di eventi sportivi e culturali. Per info: giuseppegirolamo@gmail.com

9 pensiero su “Affini si prende la maglia rossa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *