A Poitiers bis di Ewan, retrocesso Sagan

di Ettore Ferrari

Cronaca – Undicesima tappa, Chatellailon-Plage – Poitiers di 167,5 km, percorso che strizza l’occhio alle ruote veloci. L’ultima volta che il Tour ha fatto tappa a Poitiers è stata il 5 luglio del 1978 e a prevalere in uno sprint ristretto fu un giovanissimo Sean Kelly, al primo grande successo in carriera. Pronti via e subito all’attacco Matthieu Ladagnous, che conduce fino a 43 km dal termine, quando il gruppo lo riprende.

Volata serratissima, poi il folletto Ewan mette tutti d’accordo – Lunghissimo rettilineo di 1400 metri, dopo alcune curve. Gruppo allungato con gli ultimi 300 metri che tendono leggermente a salite. Volata lunga di Van Aert, poi rimonta Bennett, mentre Sagan si fa largo tra Van Aert e le transenne, ma esce Caleb Ewan che sulla linea è primo! L’ex tre volte iridato Sagan è secondo, poi Bennett e Van Aert. Un ordine d’arrivo stellare. Per Ewan è il secondo successo in questo Tour, il quinto in carriera dopo le tre gemme dell’anno scorso. Roglic sempre maglia gialla.

6 vittorie nel 2020 – Pur in una stagione mozzata, Caleb Ewan è già al sesto centro nel 2020: 2 tappe al Tour Down Under, 1 all’UAE Tour e al Tour de Wallonie, e 2 al Tour de France. Il folletto di Sidney, classe 1994 e pro’ dal 2015, quella di oggi è la 43esima vittoria. Rileviamo pure che già dallo scorso anno (a soli 25 anni) aveva vinto in tutti e tre i GT. Attualmente, questo il suo ruolino vincente nelle grandi corse a tappe: 5 tappe al Tour, 3 al Giro e 1 alla Vuelta.

Retrocesso Sagan – Dopo attenta analisi dei filmati, la giuria considera scorretta la volata di Peter Sagan, che ha colpito Van Aert per farsi largo. Inflessibile il verdetto: perdita del secondo posto e retrocessione all’85° posto (ultimo del gruppo di testa). Sam Bennett passa secondo (e allunga nella classifica della maglia verde), terzo van Aert.